10 consigli per una spesa intelligente

Da due anni e mezzo abitiamo in una piccola mansarda in affitto nel centro di Torino, e i nostri stipendi precarissimi ci hanno portato a cambiare (per fortuna in meglio!) le nostre abitudini. Nel tempo, abbiamo adottato alcune semplici regole che ci hanno aiutato a rimanere a galla, e ci fa piacere condividerle con voi!

1. Comprare frutta e verdura di stagione, al mercato

mercato

 

Noi abbiamo la fortuna di essere vicinissimi al favoloso mercato di Porta Palazzo,  che ha prezzi davvero competitivi sia rispetto agli altri mercati della città che ovviamente ai supermercati, dove frutta e verdura arrivano a costare addirittura il triplo. Al mercato inoltre abbiamo un’ampia varietà di scelta, gli imballaggi non esistono (o sono ridottissimi) e noi possiamo dare una mano ai produttori locali e all’ ambiente acquistando prodotti a km 0. Comprare frutta e verdura di stagione inoltre significa risparmiare (i prodotti costano meno) e seguire il ciclo delle stagioni, alimentandosi in modo adeguato rispetto al periodo dell’anno.

2. Comprare prodotti in offerta e leggere i volantini

Può sembrare un consiglio ovvio, ma in realtà a volte snobbiamo un prodotto in offerta solo perché non l’abbiamo mai provato. A meno di conoscere qualche valido motivo per non consumarlo, questa è l’occasione per ampliare la propria esperienza su vari prodotti. Girando tra vari supermercati, è possibile trovare in offerta pressoché qualsiasi genere di prodotto. Rimanete aggiornati sulle promozioni nei vari supermercati tramite le newsletter o i volantini e organizzatevi di conseguenza. Non è la strada più semplice ed immediata, ma in fondo è solo questione di organizzazione: noi non abbiamo l’auto e riusciamo ad approfittare comunque delle offerte in vari supermercati! Fossilizzarsi su una sola insegna non è intelligente e vi impedisce di approfittare di parecchie offerte.

3. Acquistare prodotti alla spina

legumi sfusi

E’ ecologico (gli imballaggi sono quasi inesistenti o riutilizzabili) ed economico (i prodotti costano sensibilmente meno). Vengono venduti alla spina prevalentemente i detersivi, ma iniziamo a diffondersi i distributori di pasta, riso e legumi. Noi frequentiamo Negozio Leggero per comodità e assortimento, ma ci sono anche altri negozi (e supermercati) che hanno fatto questa scelta intelligente. 

4. Utilizzare i buoni sconto in maniera “furba”

In Italia purtroppo i buoni sconto non sono molto diffusi e soprattutto non sono cumulabili, ma la buona notizia è che comunque esistono! Un giorno ci siamo imbattuti in questo  vivacissimo gruppo su facebook, Insieme per il risparmio, e ci si è aperto un mondo. Casalinghe “pazze per la spesa”, con dispense da fare invidia al format americano, che sfruttano la matematica per fare acquisti quasi gratis. Il “quasi” è d’obbligo, perché in Italia il meccanismo dei buoni sconto non è ancora sviluppato come negli Stati Uniti, dove è possibile addirittura generare un credito. Tuttavia, la regola base è una: esistono molte aziende che offrono buoni sconto e siti che ne mettono a disposizione altri (nel gruppo su facebook troverete dei files utilissimi, grazie all’immenso lavoro fatto dalle amministratrici), dunque bisogna solo aspettare che il prodotto in questione vada in offerta e combinarlo con il buono sconto, in modo da ottimizzare al massimo il risparmio. Non tutti i supermercati accettano i buoni sui prodotti in offerta, ma nel gruppo c’è un file dedicato anche a questa informazione, costantemente aggiornato. Se non avete facebook, potete partire da Buonpertutti e Sconty. Cambierà totalmente la mentalità con cui andrete a fare la spesa, ma i risultati vi stupiranno. Ovvio che va usata la testa: non fatevi prendere dalla smania di accumulo! Ricordate che il vostro obiettivo è risparmiare…

5. Fare scorta di prodotti a lunga conservazione e fare un acquisto calcolato per i prodotti deperibili

01128 - Copia

E’ molto utile avere un’idea di cosa si consumerà in settimana, per evitare sprechi, soprattutto di cibi freschi. Se si ha la possibilità, sarebbe utile comprare i prodotti freschi poco per volta in settimana, in modo da regolarsi meglio. Eventuali avanzi possono comunque essere riutilizzati in frittate, polpette o qualsiasi cosa vi ispiri la fantasia (prossimamente, un post sulla cucina degli avanzi)!

6. Il nostro amico freezer

In ogni caso, se trovate alimenti freschi ad un prezzo particolarmente conveniente (in molti supermercati capita di trovare alimenti prossimi alla scadenza scontati del 50%), potete approfittarne per congelarli e averne sempre una scorta pronta all’uso!

7. Evitare di acquistare cibi “pronti”.

DSCN9789

Non sapete cucinare? E’ il momento giusto per farsi dare qualche lezione dall’amica brava ai fornelli.. vedrete che soddisfazione cucinare qualcosa preparato con le vostre mani, e poi potrete anche sapere esattamente gli ingredienti del piatto! Inoltre i cibi pronti sono spesso pieni di conservanti e altri additivi poco sani, e come dice Franco Berrino, “quando fai la spesa pensa a tua nonna: se lei non riconoscerebbe gli ingredienti del prodotto che vuoi acquistare, lascialo sullo scaffale”. Cucinare è divertente e permette di risparmiare parecchio, sia in termini economici che di salute.

8. Non disdegnare la marca del supermercato.

A volte i cibi della marca del supermercato sono decisamente all’altezza di quelli “marcati” (anzi, in alcuni casi sono esattamente gli stessi: date uno sguardo a questa interessante lista). Fate anche un giro nei discount, troverete alcuni validi prodotti (provateli, per testarne la qualità) e alcuni prodotti di marca a prezzo decisamente inferiore rispetto ai supermercati classici.

9. Utilizzare i punti del supermercato (accumulati con la tessera) per avere uno sconto sulla spesa, tralasciando i premi che rischiano di farti pagare un oggetto di più o uguale al suo costo originale.

10. Portarsi un sacchetto della spesa da casa. 

file2751345357121

 

Ok, può sembrare ovvio, ma a volte ce ne dimentichiamo pure noi, e allora siamo costretti a pagare 10 centesimi per un sacchetto del supermercato. Basta tenerne sempre uno in borsa (meglio un sacchetto di stoffa, più ecologico), non occupa spazio e può essere utile anche in altre occasioni.

Buon risparmio!

Un pensiero su “10 consigli per una spesa intelligente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *