Archivi tag: ecologia

Vivere con un gatto ai tempi della crisi

Da circa due anni una splendida gattina ci accompagna in questa avventura. Non è stata una scelta a cuor leggero: eravamo convinti di non potercelo permettere economicamente, ma quegli occhioni dolci ci hanno dato il coraggio necessario per compiere questo passo!

audrey piccola

Dopo due anni di convivenza felina ci sentiamo di dirvi con tutta tranquillità che un gatto è davvero alla portata di tutte le tasche…

Quando Audrey è arrivata da noi, aveva 2 mesi ed era messa maluccio (trovata dentro il cofano di un’auto, pulciosa e denutrita): per questo abbiamo dovuto portarla più volte dal veterinario e comprare qualche farmaco in più, ma esistono associazioni di volontari (come Le  Sfigatte o Protezione Micio, per quanto riguarda il Piemonte) che si occupano di queste prime incombenze e danno in adozione i micetti già sverminati, spulciati, ecc.

Piccolo inciso: se volete prendere un micio, contattate le associazioni sul vostro territorio, aiutare un gatto abbandonato è un grandissimo gesto!

Oltre alla sterilizzazione (circa 170 euro una tantum per le femmine, mentre per i maschi costa meno), ci sono solamente i vaccini (una/due volte l’anno).  Vi consigliamo vivamente di sterilizzare il vostro gatto, per la sua salute e la vostra sanità mentale (chi ha vissuto anche solo un paio di giorni con un gatto in calore sa a cosa ci riferiamo).

736029_140336472789779_961592257_o

Vi servirà un graffiatoio, fondamentale se volete salvare i divani: costo contenuto, con 30 euro ne potete trovare di molto carini (anche su siti specializzati).

Per quanto riguarda i giochi, lei è una gatta ecologica e attenta al risparmio: adora rincorrere palline di carta, infilarsi nelle scatole e il suo “letto” preferito è uno scatolone di cartone mezzo smangiucchiato (da lei).

241811_134243636732396_1407889279_o

Fronte cibo, la veterinaria ci ha consigliato di non comprare le marche del supermercato, ma di rivolgerci a marchi conosciuti come Royal Canin, Almo Nature, Hill’s, sia per crocchette che per umido, per preservare la salute del gatto. Queste marche costano ovviamente di più, ma il nostro trucco è quello di acquistare solo durante le offerte, e solo in supermercati per animali (noi conosciamo AnimaliPetShop e Fortesan, ne avete altri da consigliarci?). Si risparmia tantissimo, anche il 50% in alcuni casi! Consiglio: preferite le confezioni grandi per le crocchette, ma controllate bene le scadenze per evitare inutili sprechi.

All’inizio abbiamo provato tantissimi tipi di sabbietta, ma ogni marca che compravamo aveva lo stesso difetto di creare un polverone probabilmente tossico sia per il gatto che per noi, e di essere assolutamente non ecologica. Grazie al consiglio di amici, abbiamo scoperto una sabbia totalmente biodegradabile. E’ possibile gettare le palline che si formano direttamente nel wc, oppure nei rifiuti organici, ed è ricavata dal riciclo dei residui dell’orzo lavorato in aziende… Costa leggermente di più delle altre, ma la salute del nostro gatto e il minor impatto ambientale sono impagabili: ora non si crea più il polverone, e lei addirittura quando la mettiamo pulita se ne sgranocchia qualche chicco.. Ce ne sono di moltissime marche, sempre biodegradabili!

DSC00348

Audrey ora ha due anni e 3 mesi, è splendida e noi non torneremmo mai indietro nella nostra scelta.. Dopotutto, come dice questo splendido cartello che ci ha regalato Manuela e che troneggia nel nostro soggiorno, “a home without a cat is just a house”.. 🙂