Archivi tag: sulla strada giusta

Ispirazioni letterarie: “Sulla strada giusta”

Wandering WilCome ogni rivelazione, anche questa ci ha colti di sorpresa, ma non impreparati: certi incontri, anche se si tratta “solo” di un libro, avvengono semplicemente quando è il momento giusto. Qualche mese fa ci siamo imbattuti nella pagina facebook di Wandering Wil, al secolo Francesco Grandis: un ragazzo trentenne che ha scelto di scoprire la “sua” modalità di vita, il suo personale equilibrio tra emozioni, necessità e desideri.

“Qui si parla di felicità, di vita, di viaggi, e di lavorare nel modo migliore possibile. Più o meno in quest’ordine”: ci accoglie così l’autore di questo blog con moltissimi lettori affezionati, con i quali riesce ad avere una reale interazione, rispondendo a tutti (o quasi) i commenti lasciati sulla pagina o sul blog. Ciò che stupisce è proprio la sua spontaneità, che inizialmente ci ha reso diffidenti: pensavamo fosse uno dei tanti “personal trainer” che in questo periodo spuntano come funghi allenando alla “positività forzata”, come la chiamiamo noi, e ai quali siamo decisamente allergici. Ci siamo concessi del tempo per osservarlo meglio, come bisognerebbe fare sempre prima di sfornare giudizi affrettati: è bastato poco per ricredersi, e notare come quella genuinità fosse sincera, senza doppi fini.

sullastradagiusta

Da poco Wil ha pubblicato il suo primo libro, Sulla strada giusta: noi l’abbiamo letto e ne siamo rimasti ispirati…  Come scrive lui, non è un reportage di viaggio, non  è una guida alla felicità né un manuale di nomad working. E allora perché ci è piaciuto tanto?

Forse perché ci sentiamo vicini al suo modo di intendere la vita: rallentare, ascoltarsi, capire quali sono le reali esigenze e cercare di soddisfarle senza soffocare i sogni che ci permettono di sentirci vivi. Non vivere per lavorare, ma lavorare (il necessario) per vivere. E possibilmente svolgendo un lavoro che non ci mortifichi, che non occupi tutto il tempo a nostra disposizione e che ci lasci l’energia per coltivare le nostre passioni.

Da quando in mansarda si lavora meno, abbiamo riscoperto il valore del tempo e approfondito il valore del denaro. In fondo non ci serve molto per vivere e siamo sempre più dell’idea che il lavoro debba essere un mezzo per consentirci di vivere la nostra vita al meglio, non una “gabbia”, come la definisce Wil all’inizio del suo libro. Il nostro percorso è ancora lungo, e al momento non sappiamo dove ci porterà, ma leggere questo libro ci ha fatto riflettere, emozionare e sorridere, e pensiamo che siano dei motivi sufficienti per consigliarlo anche a voi!

Tutte le immagini sono state tratte dalla pagina facebook di Francesco Grandis – Wandering Wil. Se volete acquistare il libro, cliccate qui!

(P.S. Come avrete notato, sul nostro blog inseriamo solamente link di prodotti che abbiamo provato personalmente, che crediamo possano interessarvi e farvi risparmiare. Nessuno dei nostri post è sponsorizzato!)